Discendenze

 

Della quiete, passo a passo

la narcosi si rese evidente: delle polveri sospese

la noia e l’impellenza che scrollasse dalla stasi

nelle molecole instillando il moto verso una stella

forma volta a crear sostanza.

Chissà quante volte di quell’equilibrio precario

e quante volte la matematica della casualità

l’aveva rotto

nelle nebulose provocando la favilla

sprigionando il fuoco della fissione:

nevrosi ed amori nacquero

assieme ad esse la gelosia.

Al fuoco alla terra ed all’aria

l’acqua s’aggiunse.

All’inizio come pioggia che pigola

poi in vapore sfrigola.

Infine come Colei che d’acqua si fece

e negli abissi generò la vita

… favilla anch’essa.

 

23/08/2010 woodenship

19 pensieri su “Discendenze”

      1. raro che uso parole uniche nei commenti, ma quando lo faccio è perché m’arrivano dirette le parole ed è il mio modo di comunicarlo, semplice e sentito
        Lucccichii di stelle per te

        Piace a 1 persona

    1. Non possiamo esserlo noi a dirlo, mia dolcissima bimba: viviamo troppo poco, per poter dire cosa generi o meno il kaos: al massimo possiamo subirlo o goderne. Ed anche la morte è vita…
      Grazie infinite con un bacio di petali vellutati…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...