Albinedia

Albina la stagione da griot*: troppa


la calura e da troppo non beve, come

solo un’albina dall’Uganda fuggente

rabdomando prostrata, ch’è da lungo

tempo che si va solo a tratti, boccheggiando

goccia a goccia mendicando, che non

s’intende se non ragione astratta ormai

al peregrinare. Nata precoce e già piena

di crepe è nella sua stagione: avida leviga

arida velata di sabbia atavica, bella di giornate

d’alabastri e creta essicata; donna

tra le donne dai capelli crespi di spighe

bruciate, escissi vaneggi dal vento recitati

ch’è luglio e non dovrebbe cader foglia

ma queste s’ammonticchiano lo stesso

fradice. Domani ch’è agosto, il merlo

suonerà la sveglia: secco sarà il verso

un ciack per la diva di sabbia fluente

di miti. Forse così deciderà di defilarsi

da depositaria: rapida ed ispida recitando

in sequenza breve commiato alle stirpi

in campo lungo svanendo prima

dei titoli di coda. A meno che, oltre ogni

intelletto, quando le foglie cadranno

questa volta storia di stagione

non ce la si ritrovi rammaricati noi:

come incantesimo asciutta nel narrare

col piglio sicuro della leggenda nel canto

che da lontano viene magia.

E non più in grado noi di stare lì

e contarle nell’aria novembrina

le storie morte: anche noi rabdomando

per letti di fiumi e laghi essicati

di fiabe d’acqua.

 

*Griot: cantastorie nella tradizione dell’Africa centro occidentale

31 Agosto 2017 woodenship

 

4 pensieri su “Albinedia”

  1. Le fiabe d’acqua … mi ispirano 🙂 Le tue poesie, caro Wood, raccontano spesso di luoghi e personaggi ben delineati. A volte non li riconosco subito, ma quando arrivo alla fine è come aver letto un bel racconto, con un’introspettività rivolta più che altro all’interno di qualcun altro …
    Bello 🙂 proprio bello!
    Buona giornata e un abbraccio ^_________^

    Piace a 1 persona

    1. La diversità, in natura, è un bene prezioso, bisogna saperla coltivare: assicura la sopravvivenza di un’intera specie. La fuga avviene per i motivi più disparati: un pericolo, curiosità, motivazioni interiori, un’ambiente che diventa inospitale… Ognuno in cerca di se stesso ed allo stesso tempo di sopravvivere…
      Grazie di cuore per la lettura e le considerazioni, ma anche per l’auspicio che ricambio di cuore con un abbraccio di brezza soave……..

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...