Lunatico l’assassino

Gelida e distaccata icona in cielo

così malmostosa non ti ho mai vista

eppure non ti ho giurato eterno amore

mai: non ho che me stesso ti dissi

a pallina ferma sul rosso e pari

che mi stavi addosso umbratile

palpito di brezza, alle nari profumo

di muschio bianco a sera

che chiamarla sera assurge a immaginario

distopico con quel vorticare di luci

prima afflosciantesi sudario, poi

sprigionantesi stroboscopici aculei

dolorosi fasci agli occhi questuanti oblio.

Te lo dissi, che di senno non mi era

uscito ancora un verso: ogni scheggia

folle s’inerpicava per l’erta del colle

ignoto, senza venirmene nulla

indietro, a parte di una flebile

appena percettibile eco. Ora che i versi

sono tanti, un labirinto indecifrabile

che non mi ci raccapezzo più, sempre

non ho altro che me stesso, balbettante

piombo di tra i denti, una poesia

sul ponte tra morte e morte, da scrivere

dalla finestra in alto e mirando in basso

bene nel mucchio: a che non ci sia

nessuno che insegua le mie ceneri

dicendo di loro che non sanno di piombo

anch’esse letali, negando altro motivo

se non l’assurdo ai tuoi occhi

distanti.

 

18 Novembre 2017 woodenship

18 pensieri su “Lunatico l’assassino”

  1. Come mi piace caro messere quell’immagine della” scheggia che s’inerpica folle per l’erta del colle. ”.. Una rima che sembra quasi fare metaforicamente quella salita. Ottimi versi mio caro che colpiscono sempre per l’uso che sapete fare di parole inusuali. Il mio abbraccio a voi , poeta quindi anche della parola ricercata, studiata e a noi offerta per deliziarci di una poesia sempre affascinante. Una tenera carezza è d’uopo messere caro : a voi con tanto affetto. Monna Isabella

    Piace a 1 persona

    1. Mi fate arrossire monna Isa: le vs parole sono miele per il mio palato e suonano lusinghiere alle mie orecchie. Non posso che esservene infinitamente grato, abbracciandovi di cuore con l’ultimo affacciarsi di sanguigni raggi all’orizzonte della mia finestra… A voi una serata d’incanti novembrini e scoppiettii d’affettuosi baci……

      Piace a 1 persona

      1. Siete molto caro mio messere. Sono sempre molto impressionata dal vostro modo di scrivere. E non posso quindi esimermi dal dirvelo. Grazie per il vostro augurio serale , di rimbalzo vi invio il mio pomeridiano splendido di luce novembrina. Che vi accompagni ad una sera luminosa di stelle. Un tenero bacio. Monna Isabella

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...