Trump rispolvera il meglio di Totò

Trump, a proposito del suo riconoscimento di Gerusalemme come capitale d’Israele, ha affermato che si tratta dell’adempimento di una delle sue promesse elettorali. Ora, anch’io ho deciso di candidarmi alle prossime elezioni politiche. Nel mio programma ho già scritto che riconoscerò l’indipendenza della Catalunya. Dunque, dovessi vincere, certo che la riconoscerò come repubblica indipendente dalla Spagna. Mi direte, ma sei pazzo? La mia risposta sarebbe: perchè pazzo? La Catalunya mica è in Italia? Lo so che vi sembrerà una cosa alla Totò: ma anche riconoscere ad altri il possesso di qualcosa che a Trump non appartiene, non è un po’come quando il nostro immenso Totò cercava di vendere il Colosseo? Solo che, in questo caso, Trump ha svenduto ad Israele qualcosa che a lui non appartiene ma nemmeno ad Israele, se non come preda di guerra…

Annunci

16 pensieri su “Trump rispolvera il meglio di Totò”

  1. Per chi ha letto un po’ di storia, sa che Gerusalemme ha dei luoghi di culto che sono identici per le tre religioni. È un primato di comunione tra i popoli quando i governi cercano di separare e mettere gli uni contro gli altri. I Romani direbbero a questo presidente: ” ma na forchettata de li ca**i tua, no?!?”.

    Piace a 1 persona

    1. Compadre, lui è furbo come una volpe: se deve dare qualcosa, dà quello degli altri, così ci fa bella figura con le tasche degli altri. Tanto se gli israeliani ammazzano qualche palestinesi a lui che gliene può fregare? America first: spero che, come nel sud della California, gli possa bruciare pure il resort in Florida. Ma, purtroppo, certe cose a certi individui non capitano mai…

      Mi piace

      1. Se sono spaghetti anche due! Forchettate intendo. Grazie per avermi tolto dalla galera, mi fai venire in mente la scena di un film tratto da Verne che rappresentava il centro della terra … fammi tornare in mente il titolo e poi te lo dico. Grazie, grazie mille! Baci. ❤ ❤ ❤

        Piace a 1 persona

  2. Mah! Il mondo va al contrario.
    Uno con i capelli alla punk, dice che vuole spostare la sua ambasciata da un condominio all’ altro … e finisce “a schifio”. Un’altro invece, sempre con i capelli alla punk, in quel fumetto che è la Corea del Nord, lo “schifio” lo fa davvero, buttando bombe atomiche in mezzo all’oceano, un giorno si e l’altro pure, e nessuno dice niente.
    Bambini che muoiono di fame, e tutti a cercare di sapere chi canterà a Sanremo e a che ora è l’ultima puntata di Masterchef.
    😦

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...