Ditemelo

 

Ditemi di fermarmi, di sedermi

che tanto è una serata buttata via

tra un sinistro ed un peccato di gola

spento contro il parabrezza di un auto

l’effetto ne è una ragnatela di fili

che sono crepe intessute sul vetro

con al centro il colpo di testa, addome

del ragno che s’è divorato il cervello

il mio cervello a screziarne le trame.

Alle volte si è come le mosche e non

si sentono le ossa: se ce le si aprissero

le si scoprirebbero vuote del midollo

e di senso. Allora ditemi di sedermi

all’angolo, dove l’urto mi ha scagliato

insetto stordito e divelto di zampe

chissà che una ragione ce la trovi

a tutto ciò.

 

Annunci

4 pensieri su “Ditemelo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...