Follia

…perchè mai dovremmo elogiarla

forse che non se ne sia avvinti

in una lucente pellicola di nonverità

sin dal venire alla luce?

 

La follia

la ricordo anche come un gran dolore:

il mondo tutto ti si precipita addosso

comprimendoti a soffocarti

 

… e tu l’uccidi non sentendoti in colpa

il mondo

 

19 Maggio 2018  woodenship

36 pensieri su “Follia”

    1. Più che due facce della stessa medaglia, due accezioni diverse per la stessa parola. Accezioni che contribuiscono a confondere ulteriormente chi si ritrova alle prese con la follia che, per quanto mi riguarda, considero essenzialmente patologia della mente. Poi c’è la capacità umana di volgerla in positivo al fine della sopravvivenza. Oppure l’incapacità di gestirla, finendone sopraffatti… Un po’ come accade in tanti fatti che rosseggiano dalle colonne della cronaca sui giornali…
      Grazie di cuore sempre….

      Piace a 3 people

  1. Penso che follia sia il termine che usiamo quando non capiamo un atteggiamento perché lo consideriamo “fuori dai margini” … ma qual è il margine dei margini? chi lo stabilisce?
    le patologie mentali gravi, hanno altri nomi…

    Piace a 1 persona

    1. “… ma qual è il margine dei margini? chi lo stabilisce?”
      Credo che tutto stia proprio in queste tue parole. E nella difficoltà di concepire qualcosa che vada fuori dall’ordinarietà e dal conformismo del quotidiano. Poi c’è chi della”follia”ne fa un grimaldello per scardinare, altri ancora ne fanno una giustificazione… Ma quel ch’è ancor più vero: follia è un termine molto generico che, però, non esclude le patologie mentali molto gravi. E’da ciò che nascono gravi malintesi.
      Grazie di cuore sempre

      "Mi piace"

  2. la follia spesso era una realtà per molti che poi sono passati alla storia, fra pittori scienziati, scrittori, musicisti. Non sempre è legata a cose negative, spesso è anche un tocco artistico, bisogna solo saperla valutare.

    Piace a 1 persona

  3. Ero matta in mezzo ai matti. I matti erano matti nel profondo, alcuni molto intelligenti. Sono nate lì le mie più belle amicizie. I matti son simpatici, non così i dementi, che sono tutti fuori, nel mondo. I dementi li ho incontrati dopo, quando sono uscita.
    (Alda Merini)
    Ecco talvolta è così come dice la Merini. Talvolta la follia può anche turbare, per certi versi attrarre. A tale riguardo , leggi , se non lo hai letto, ”Follia ” di Patrick Mcgrath. A me è piaciuto tantissimo. Un abbraccione. Isabella

    Piace a 1 persona

    1. Un inchino alla grandissima Merini ed a voi, nobile monna Isa, anche per averne citato delle sue frasi tra le più belle e sentite, perchè legate alla sua esperienza dolorosa personale. Ma anche grazie di cuore per il consiglio di lettura che mi propongo di seguire non appena possibile. E soprattutto per quell’abbraccio che ricambio con grandissimo afflato amicale…Possa la notte cullarvi come non mai serena……….

      Piace a 1 persona

      1. Mio caro se vi fa piacere posso lasciarvi una poesia dedicata alla grande poetessa che ho sempre ammirato non solo come grande artista ma anche come donna. Ne ho scritta anche un’altra che aggiungerò a questa quando mi verrà in mente.

        Io ero…

        …là.
        Chiusa
        in me stessa,
        nel mio buio.
        Lontano,
        isolata
        dagli altri,
        sola.
        Poi
        venne il giorno in cui
        ”il rischio di rimanere
        chiusa in un bocciolo
        divenne più doloroso
        del rischio di sbocciare.”
        E cominciai
        a scrivere.
        Fu la poesia
        a salvarmi,
        a tirarmi
        fuori dal buio.
        E la mia vita
        dal nero assoluto
        passò al rosso
        della passione,
        al fuoco
        dello scrivere.
        Non ero
        più là :
        ero altrove.

        Isabella Scotti
        Alda Merini nel mio immaginario
        Incipit in neretto di Anais Nin

        Vi abbraccio donandovi una dolce carezza ed un sorriso per iniziare una buona giornata. A voi il mio sincero affetto. Monna Isabella

        Piace a 1 persona

      2. Versi che attraversano lo spazio ed il tempo d’un affetto ispirante più che affetto, mia nobile monna Isa. Versi che apprezzo moltisssimo e di cui vi sono infinitamente grato per averli voluti condividere….
        Anche a voi un abbraccio di petali vellutati con l’augurio per una giornata generosa di gioia luminosa….

        Piace a 1 persona

      3. Mio carissimo messere mi sono confusa Era qui che la guardavo vestita di rosso. Mentre nell’omaggio per il suo compleanno era guardando una sua foto in bianco e nero , di lato, così come l’ho descritta. Con la sua collana di perle immancabile e pronta ad aspirare la sua sigaretta. Vi auguro dolce messere di passare un pomeriggio assolato, di dolce tepore. Vi lascio un bacio soffiato dal palmo della mano. Grazie sempre. Monna Isabella

        Piace a 1 persona

      4. Ho trovato mio caro l’altra mia poesia che dedicai ad Alda nel giorno del suo compleanno il 21 marzo del 2016. Eccola per voi

        A te

        Oggi,
        se tu
        fossi
        ancora qui,
        chissà cosa
        scriveresti,
        facendoti
        da sola
        gli auguri.
        So
        che prenderesti
        in mano
        la penna,
        per parlare,
        come solo tu
        eri in grado
        di fare,
        del tempo
        che passa,
        degli anni
        che più
        non tornano.
        Con quella
        malinconia
        che ti
        era propria,
        mentre
        portavi
        alla bocca
        la solita sigaretta,
        e con
        quel filo
        di perle
        che immancabilmente
        ornava il tuo collo.
        Ecco così
        ti vedo ancora,
        e così
        ti voglio
        immaginare,
        china
        a scrivere,
        per sorridere,
        con sottile ironia,
        delle tue
        ”ottantacinque”
        primavere.
        Isabella Scotti
        testo : copyright legge 22 ottobre 1941 n° 633

        Un bacione

        Piace a 1 persona

      5. Un caro omaggio per una persona assai cara, mia nobile monna Isa. Ne apprezzo molto la colloquialità del tono e l’immediatezza del linguaggio…
        Grazie di cuore anche per il bacione che ricambio con una carezza assolata….

        Piace a 1 persona

      6. Mi fa un piacere immenso che abbiate gradito questi umili versi mio caro..Li ho scritti col cuore guardando una sua fotografia in primo piano vestita di rosso . Un omaggio ad una grande persona prima che poetessa. Vi stringo in un forte abbraccio ringraziandovi tanto. , tanto . Siete sempre molto caro con me. Monna Isabella

        Piace a 1 persona

  4. Vero, la giovinezza è spontanea,spoglia di malizia e inconsapevole, forse folle..
    Nella maturità e nella vecchiaia, l’inutilità delle finzioni e il troppo distacco sono anch’essi follia…Versi molto belli! buona giornata Silviatico.

    Piace a 1 persona

    1. Una interpretazione assai interessante, quella tua, mia cara elisa. Credo che dovrò rifletterci molto. Effettivamente: c’è un tipo di follia che è propria della giovinezza ed un altra ancora che è senescenza. Ma che, entrambe le età, finiscono per coincidere in quella sorta di tregua, non dichiarata, fornita dal saltare d’ogni prima necessaria finzione………
      Grazie di cuore con un più che mai carissimo abbraccio

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...