Si dice che così si muore***

Si dice che così si muoia, si dice

tacendo, usignolo intorno al rosaio che

ci si gira ch’è spoglio rimando, laio

d’ampia cognizione del tempo che fu

colata d’incandescente sipario.

Frangia serica, da pietra a pietra, la

veglia funebre dei guerrieri saggi: quelli

che non temono insonnia; quelli che han

voce ma non dicono; si dice che

così uomini si muoia, si dice: gnomi

schiavi nel regno del tragico, a teatro

la scena calcano sullo sperone

del colle galleggiante nella nebbia.

Per esserci si ha da saltare alto

gli abissi sfidando con balzi certi

di cervo che distanzino la fine

e col balenio ingannino la morte

per uno scampolo di tempo ancora:

il singulto del gigante dai piedi

d’argilla e andatura lenta. Si dice

che muoia, si dice sussurrando, mesta

eco sincera risalente rupe

indietro raschiando cespugli a goccia

di linfa calda dai fiori di pelle

essenze determinanti sublimi.

 

 

***rivista

woodenship 29/11/2012

Annunci

2 pensieri su “Si dice che così si muore***”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...