Candelora

E’ quando, rasenti, l’ultimi raggi

sfumando dal grigio al bronzeo, che vanno

vele in superficie, tolti ancoraggi

a principiare ricce onde dell’anno.

 

 

E che dai monti dell’anima, lattea

a contorno s’affila l’aura: vello

di capro indossa a ruvido mantello

di Fauno Luperco, rituale livrea.

 

Vagando insonne ingrassata di sugna

cerulea illanguidente nell’orbite

d’astro lucidante la terra a spugna:

 

tetro umorale paesaggio inospite

fa vivo di fuochi. E a ridosso impugna

fiammelle guizze e sementi incognite.

 

01 Febbraio 2019  woodenship

Annunci

16 pensieri su “Candelora”

      1. In un certo senso l’avevo compreso, come, allo stesso tempo, ci avevo colto proprio quella atemporalità che non riguarda solo la classe politica, bensì anche l’elettorato anch’esso atemporale, dal momento che fa ben poco per meritarsi politici migliori…

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...