Solo questione di corna

L’altro giorno riflettevo sulla crisi politica agostana che ha riservato sorprese a non finire. Non starò qua a riassumere tutto quanto accaduto, bensì mi limiterò ad osservare che ho avuto la netta sensazione che, ben pochi, abbiano compreso i motivi di questa crisi politica, scatenata dalla mozione di sfiducia presentata dal vicepresidente del governo, il leghista Matteo Salvini.

Ancor meno si è capita la reazione rabbiosa del suddetto vicepresidente Salvini. Ho provato ad indagare anche presso i suoi sostenitori, oltre che tra i suoi detrattori, ma senza cavarci un ragno dal buco: ognuno presenta le sue ragioni e la questione pare inestricabile. E, come capita spesso in politica italiana, sembra che siano tutti innocenti e tutti vittime.

Ma, se me lo si consente, vorrei provare a semplificare la vicenda. Mi si perdoni se potrà sembrarvi eccessivamente semplificata. E’che, a banalissima questione di corna, la ridurrei. Adesso mi spiego: c’è una coppia, Salvini e Di  Maio, che hanno deciso di mettere su casa. Si sposano con regolare contratto garantito da un terzo di nome Conte.

La vita familiare procede tra strappi, ma senza mai rompersi, per quasi un anno e mezzo. A questo punto, uno dei due coniugi, Salvini, stufo dell’unione e, a suo dire, dell’inconcludenza dell’altro, decide di divorziare. Di Maio, sentendosi tradito e non volendo acconsentire al divorzio, ricorre al garante del matrimonio, ottenendone soddisfazione e riconoscimento. Al che il garante l’autorizza a cercarsi un altro coniuge.

E qua cominciano i problemi per Salvini che, andato per tradire, rompendo l’alleanza, si ritrova a sua volta tradito, perchè Di Maio decide di mettersi in comunione con il peggior nemico sia di Salvini che dello stesso Di Maio, ovvero il PD. Comunemente, nelle storie di coppia, la cosa minaccerebbe di finire nel sangue: si sa il senso di possesso in genere è molto forte. Se poi ci si aggiunge la sensazione d’essere stati traditi, allora questo si trasforma in risentimento e in rancore.

Dunque ecco volare gli stracci: “Ti allei col partito di Bibbiano!” Accusa il leghista;

“Tu mi hai abbandonato”, reagisce il pentastellato

“Sei incoerente” persevera il leghista”ti sei messo con i pidioti” rincara la dose Salvini

“Traditore!” ulula il pentastellato” mi hai abbandonato da solo a gestire la famiglia, cosa potevo fare se non trovarmi un altro partner per tirare avanti?”

E così via cantando…

Io vorrei soltanto trarre una morale da questa che il buon Goldoni Carlo avrebbe derubricato a “Baruffe Chiozzotte”: Il “traditore” Salvini ha tradito Di Maio. Poi pentendosi, ha cercato di rimediare, scatenandosi in una rincorsa alla moina più seducente, per riportare a casa il coniuge prima abbandonato. Il tradito Di Maio non ha trovato di meglio che rispondere, al tradimento, accasandosi con quel che un tempo era nemico comune, quando erano considerati famiglia, ossia il PD.

E il pubblico? Come sempre finisce per schierarsi principalmente con colui che, mascolinamente, riesce a passare più credibile come vittima, di fatto schierandosi con Salvini. Ma così non comprendendo che: di una mera questione di corna trattasi. Ossia di un traditore che si ritrova cornuto e che, adesso, usa ogni mezzo per rinfacciare all’altro il proprio tradimento e la propria incoerenza ed arroganza, in questo modo nascondendo ai suoi parenti la propria inettitudine, in prima battuta come capo di famiglia, in seconda battuta come leader.

La morale, mi pare sin troppo banale: mai tradire, se non si è sicuri di riuscire a portare sino in fondo il tradimento.

 

Grazie di cuore

 

 

 

Annunci

16 pensieri su “Solo questione di corna”

  1. la questione politica di questi ultimi giorni è davvero ridicola, la cosa assurda in tutta questa manfrina è che il popolo si trova un governo che nessuno ha chiesto, ma nonostante tutto promette di andare avanti. Fra l’altro hanno idee molto diverse, quindi non si capisce come faranno a conciliarle. Probabilmente durerà ancor meno del precedente….

    Piace a 2 people

    1. Se mi consenti mio caro max, nemmeno il governo precedente era stato votato dal popolo, dal momento che viviamo in una repubblica parlamentare e i governi nascono e muoiono in parlamento. Questa dei governi non votati dal popolo è una sciocchezza propagandata da certi personaggi ai quali torna utile intorbidire le acque con false interpretazioni dell’ordinamento della repubblica italiana. Non siamo una democrazia diretta, in cui il popolo elegge un presidente
      Già il governo giallo verde non era stato votato dal popolo: la lega faceva parte della coalizione di centodestra con Berlusconi e la Meloni. Infatti, nei collegi uninominali, i candidati leghisti sono stati eletti grazie ai voti di forza Italia e fratelli d’Italia. Dunque, non si capisce il perchè un’alleanza è possibile e l’altra no. In campagna elettorale pentastellati e leghisti se ne erano dette di tutti i colori. Come allo stesso tempo contro il PD.

      Piace a 1 persona

  2. Questo matrimonio non s”ha da fare…recitava uno dei prelati più bugiardi della storia! E come tutti i matrimoni partiti male anche questo come il precedente non durerà molto! Troppe incongruenze, troppe diversità di opinione, troppi obiettivi diversi. E il prof Conte ancora una volta in mezzo a fare da ” chaperon” tra i due coniugi. E ancora una volta si ritroverà in un mare di m….di guai. Io mi meraviglio molto di Conte, uomo che avevo definito intelligente: al suo posto non avrei accettato un mandato bis. Probabilmente è molto forte di cuore e dia tomaco

    Piace a 1 persona

    1. Che dirti, se non che sono abbastanza d’accordo con te? Gli unici dubbi che mi sorgono, mi vengono da colui che ha voluto e causato questa crisi, dimostrandosi del tutto incapace di gestirla, ovvero quel Salvini tanto osannato in giro.
      Conte di suo ha cercato semplicemente di metterci una pezza come pentastellati e democratici, per evitare di sprofondare nel ridicolo e nel disastro economico-sociale che, elezioni anticipate, in questo momento internazionale così delicato, avrebbero potuto significare. A mio modestissimo ed insignificante parere.

      Mi piace

    1. Nulla di più probabile, ma forse ricordi delle alleanze tra partiti italiani che non si siano dimostrati delle vere e proprie corti dei miracoli, dove torme di politici si azzannavano, per poi ritrovarsi sorridenti a braccetto nelle foto ricordo. Non so se ricordi il famoso pentapartito, oppure i famigerati governi balneari….

      Mi piace

    1. 🤣🤣🤣🤣🤣🤣 questa è davvero buona compadre e perfettamente in linea con lo spirito del mio scrivere…
      Io sto ancora ridendo per avere sentito Salvini che accusava questo governo di essere formato da gente attaccata alla poltrona. Quando lui, dopo avere sfiduciato Conte, non ha avuto nemmeno il gesto di coerenza di dimettersi: ha solo presentato la mozione di sfiducia. Lui e gli altri leghisti sono rimasti incollati alla poltrona. Anzi, lui che non c’era mai in ufficio, quando ha capito che gliela stavano togliendo, si è precipitato a stamparci sopra il suo sedere😂😂😂😂😂

      Piace a 1 persona

  3. pare che il molliccio in mutande del papeete si stia ancora aggirando mormorando:- prima o poi troverò chi ha fatto cadere il governo 😀
    Lo so che incappare oggi in un uomo come Conte , ben lungi dall’essere un poltronaro- ha due studi legali molto ben avviati figurati quanto potrebbe guadagnare ora se mollasse tutto e si desse alla professione, miliardi- possa apparire come cosa assai strana, ma abbiamo avuto questo dono insperato che soprattutto ci ridà considerazione in europa…non facciamo le solite considerazioni da popolo italiano da osteria:- piove, governo ladro.. .- e chi vuol intendere intenda 😀
    bacioni

    Piace a 1 persona

    1. Lo credo anch’io querida: ha avuto una mazzata tanto forte che si vede in giro ancora stordito: pensava di potere emulare LUI, chiedendo pure “pieni poteri” al popolo, autoconvintosi di abitare in una democrazia diretta e non parlamentare.
      Per quanto mi riguarda, potrebbe annoverarsi come uno di quei casi in cui, la virtualità, finisce per irretire colui che ne abusa, facendogli perdere contatto con la realtà. Ora va bene che il suo elettorato invochi il voto, perchè magari è istituzionalmente analfabeta. Ma lui, che non ha mai lavorato nemmeno un giorno, che si è sempre nutrito alla mangiatoia della politica, possibile che non sapesse che la nostra è una repubblica parlamentare e che i governi nascono e muoiono in parlamento? E lui, con il suo 17% e qualcosa non può pretendere di andare al voto se c’è una maggioranza che non ci vuole andare?
      Besos siempre querida

      Piace a 1 persona

      1. ma nooo cristi e madonne lo aiutano, sono leghisti pure loro, mi ero scordata il comico demenziale del mutanda-man …che però ora ha abbandonato il sacro, non brandisce più rosari…poi per ridere davvero leggiti feltri e sallusti e magari dai un’occhiata a quella befana della santanché che protesta in piazza oggi con il cappello tricolore..non mi sono mai divertita tanto.é perfett. costituzionale questo governo , basta leggere la costituzione ,appunto basta leggere 😀 per quanto riguarda la tua domanda le sue parole sui pieni poteri etc etc sono le stesse di mussolini pronunciate a Roma nel dicembre del 1922… e sappiamo bene che ne fece la buonanima del parlamento…fortunatamente questi son altri tempi anche se il popolo italico in magg. è rimasto il solito: da osteria. ciauuu

        Piace a 1 persona

  4. Secondo me sapeva che se restava avrebbe perso consenso, visto che le proposte più importanti, flat tax e autonomie venivano continuamente rimandate, e che doveva continuamente lottare anche con la magistratura, per evitare gli ingressi illegali…D’altra parte il premier Conte per evitare le procedure di infrazione, avrà promesso all’Europa una vita non facile e le priorità che non facevano il gioco del leghista. Staremo a vedere se il nuovo governo riuscirà a capire le esigenze veramente utili agli italiani, quelle che producono non spese fini a se stesse, ma lavoro e ricchezza. Buona serata.

    Mi piace

  5. Mia cara Elisa, le tue ipotesi mi paiono congrue, tranne che per una: non è certo perchè si deve contrastare la magistratura che si va ad elezioni anticipate. Nell’ordinamento democratico, esiste anche la suddivisione dei poteri: la politica fa le leggi, la magistratura è tenuta a farle rispettare. Dunque, non è Salvini che deve lottare contro la magistratura, bensì deve fare leggi chiare ed applicabili. Se lui, come fatto con il decreto sicurezza bis, finisce per proporre leggi che già sollevano obiezioni dal primo guardiano della Costituzione che è il presidente della repubblica, allora vuol dire che è lui a dovere andare a scuola per imparare come si scrivono le leggi per far si che siano costituzionalmente corrette e dunque applicabili.
    Ma, tornando ai tuoi primi due argomenti, mi sento di risponderti che, in questo caso, fossero queste le sue motivazioni, ha dimostrato un analfabetismo istituzionale davvero preoccupante. Come già detto più su: viviamo in una repubblica rappresentativa. I governi non sono designati dagli elettori. Gli elettori votano i loro rappresentanti in parlamento. E questi assolvono il loro mandato eleggendo i governi. Possibile che Salvini non sapesse una banalità simile? E che lui, con il suo 17% e qualcosa in questo parlamento presente, non può e non ha l’autorità, per scioglierlo ed andare a nuove elezioni. Questo è chiaro ad un ignorante quale mi ritengo io, ma non dovrebbe esserlo ad uno che fa politica da 26 anni, non credi?
    Quindi, perchè presentare mozione di sfiducia sotto Ferragosto, pretendendo di andare ad elezioni quando non si ha la sicurezza dei numeri in parlamento?
    Se me lo consenti, ha dimostrato un’ignoranza abissale della politica. Si è pure appellato al popolo per ottenere pieni poteri, ricoprendosi di ridicolo. Ma la cosa peggiore è che non è stato capace di ammettere l’errore marchiano. Ed accusa gli altri di averlo tradito, aggiungendo ridicolo a ridicolo.
    Un mio spassionato parere da osservatore che si pensa neutrale? Salvini è un ottimo, imbattibile politico nel fare propaganda. Ma, come politico è un disastro per quanto è inconcludente, oltre che incapace.
    Grazie infinite per la discussione

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...