Furie

Stranisce l’agitarsi di querce, del giallo

sfogliate dagli scrosci a diluvio: secche

ch’è pure il vento a spezzarne i rami

stecchi

 

… ripreso stizzoso a lanciarli con sprezzo

sberciando pozzanghere ai piedi

come scodelle ricolme malriposte: forti

le folate a briglia sciolta, scalciando furie

squassano mosaici di piante

intrigando con ciance d’infusa tempesta.

13 pensieri su “Furie”

  1. Sempre stupita dal vostro modo di scrivere versi. Qui essi sanno ben descrivere momenti di furiosi venti che foglie fanno alzare . Quasi se ne sente il rumore di questi venti…ululano e fanno paura. Sempre unico il mio messere. Bravo è dire poco quando si riesce così bene a descrivere la natura arrabbiata. Vi lascio stringendovi forte in un tenero abbraccio dolce messere. Monna Isabella

    Piace a 1 persona

      1. Stasera mio caro ho un forte mal di testa da cervicale. Spero vivamente che il vostro sussurro di calda brezza mi culli, regalandomi bei sogni. Io nel mio piccolo, non posso che augurarvi altrettanto. Notte felice. Monna Isabella

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...