Collassiamo stelle

 

 

Della vanità è la fiera

l’ostinarsi nella recita

invano aprendo un frigo

fuori uso da sempre.

E’vacuità del gesto

tu che lucidi la stufa

che casa più non scalda;

tu che cucina sgrassi

che pietanza più non cuoce;

ch’è lucida follia lo sai

pulire la lavatrice

pur se guasta da due vite

le nostre. E nemmeno lo ricordi

l’ultimo lavaggio fatto.

Ma lo ripeto:non c’è nulla

per cui farmi sentire.

Ci si trovasse qualcosa

oltre la mera sopravvivenza

in queste nostre teste di legno

scolpito, sai che canzone

ne verrebbe percuotendole:

logica legnosa la loro

al pari di quella di una stella

che collassi ostinata e silente

pulsante di tronchi percossi

con monotonia da spazio profondo.

 

 

6 pensieri su “Collassiamo stelle”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...