dell’inizio e della fine

Sulla panchina ci si piglia

incipiente estate di chiappe

all’aria rutilanti chiare

sfacciate nel mostrarsi vere

nelle notti d’ombre severe.

Ch’è sempre sulla panchina, uste

di sole a fine estate nere

ma tanto accorate le sere

tiepide ancor, seppur più fruste,

il  dovere dirsi addio acciglia.

Published by:

silviatico

Chi son io... senza immagini sfolgoranti.... se non parole........senza colori.............se non parole e nessuna fotografia....................... se non parole?... Forse solo una frase: un baleno ed il nulla.

Categorie poesia17 commenti

17 pensieri su “dell’inizio e della fine”

    1. … insomma: è pur sempre un anno che si invola via, nel senso che ci si attacca agli altri già sul gobbone. Per quanto riguarda le chiappe anemiche, si potrebbe fare un concorso per premiare le chiappe più anemiche🤣🤣🤣Grazie di cuore.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...