Canto d’inverno

La sua voce mi insegue inesausta ode

echeggia per viali ampi e tronchi scheggia;

a sera, sai, ombra che s’acquieti pare

prima d’azzannare perfida il cuore.

È un intrico di note l’inverno, sai?

con torsioni invisibili di accordi
effonde intensi brividi alla schiena
si che t’immagini orchestri l’avvento.

E siedi a sentirne sferza tra rami

che contorce e smorza pur tenui cromie

allumando emozioni che sanno aria
dell’ eterno ritorno aureo di un canto.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante natura e albero

08 Febbraio 2021 woodenship 

8 pensieri su “Canto d’inverno”

  1. Una poesia che parla magicamente dell’ inverno quasi fosse essa stessa un canto. Molto bella davvero . E poi come sono stupende le foto che ultimamente postate caro messere. Magia di parole e immagini, un connubio perfetto. Vi abbraccio teneramente. Monna Isabella

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...