Cigolando

Non era incubo: davvero alle porte

ci bussavo. Queste si aprivano oltre

cigolando uguale sberleffo rauco

per poi rinchiudersi impietosa bugia.

Oggi così vedo inarcarsi messe

rigogliose nel levarmi in alto e poi,

come onde, relitto gettarmi a riva.

D’essere senza scampo è il vero dramma

spiaggiati che dal verbo non c’è fuga

dall’orbita in secca al palpito d’occhio:

unico sollievo nel vibrar ciglia

è il cadere di gocce di collirio

fresco scintillio da te tanto amato

con sollievo da me accolto in delirio.

18 Maggio 2021 woodenship

5 pensieri su “Cigolando”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...