Diserzioni

Tanti si chiedono di questa fine

estate di vuoti a rendere invano; 

anche di pioggia così scialba e uggiosa

perché insistente di paure ataviche.

Io solo dissento e mi domando ora

nel silenzio sul prato, dove siano

finiti i cinguettii dei passeracci

disputanti croste a piccioni e merli

fulminei nei voli dai rami alla ghiaia

per i viali lungo il giorno sbiadito.

D’un colpo mi accorgo del vuoto intorno:

anatre e corvidi non lo colmano;

più morte son le foglie e senza appello

prive dei loro saltelli a scuoterle. 

In troppi si chiedono di questa aria

di fine estate dagli uscì socchiusi,

dai fiori assetati nella polvere

nulla trovandoci di che ridire

senza per questo farsene la colpa

se questa assenza passa per radici

desolate affioranti diserzione.

10 pensieri su “Diserzioni”

    1. In un certo senso anch’io: questa fine estate così scialba e questo inizio d’autunno altrettanto smunto, mi mettono addosso una sensazione di noia disperata. Che ben venga la festa di colori autunnali!
      Grazie di cuore anche per il sorriso che ricambio con grande afflato amicale.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...